L’uomo della sabbia, di Lars Kepler

FullSizeRender (11)

23 dicembre 2015

#TITOLIDIVIAGGIO Titoli di viaggio. Di libri e di treni.

Sapevo a cosa andavo incontro, e quindi nessuna sorpresa.
Lars Kepler è così (per me): puntiglioso nel raccontare il male, dedito ai particolari macabri, propenso al sadismo e alla cattiveria più pura. E “L’uomo della sabbia” non sfugge a questa descrizione.

Va riconosciuto però ai due autori la suspense infinita e continua, il ritmo incalzante ed i colpi di scena senza tregua.
Anche se un paio di cose a questo giro le avevo indovinate. Ormai li conosco. Non mi fregano.

Consigliato agli amanti della coppia di autori, se vi son piaciuti i primi 3 episodi, vi piacerà anche questo.

Precedente Le regole del gioco, di Marco Malvaldi Successivo Shotgun Lovesong, di Nickolas Butler