La cosa peggiore dei ritardi in treno

Schermata 2015-11-06 alle 14.12.24

6 novembre 2015

#TITOLIDIVIAGGIO Titoli di viaggio. Di libri e di treni.

La cosa peggiore dei ritardi in treno?
La gente maleducata che dà il suo peggio. Non il tempo perso.
La permanenza forzata in treno li incoraggia a parlare di più, a volume più alto.
C’è chi si lamenta del ritardo (ma dai!?..chi sta zitto forse non si trova a dover modificare i programmi della giornata?), chi ne approfitta per far vedere all’amico il video che ha condiviso la sera prima senza però usare cuffie ed alzando di parecchio il volume.. (eh sennò con le chicchere dei vicini logorroici l’amico non sente!), chi approfondisce il racconto appena iniziato.

E poi c’è chi ne approfitterebbe per leggere qualche pagina in più del libro che ha fra le mani, ..visto che i tempi si allungano tanto vale approfittare..

Ma no, la lettura sarà per forza interrotta dagli sbuffi, dalle lamentele, dal resoconto della sera prima, dal video con sottofondo di musica tamarra e ovviamente dalle proprie occhiatacce foriere di disprezzo che purtroppo sembrano avere una scarsa efficacia.

Precedente La testimone del fuoco, di Lars Kepler Successivo Joyland, di Stephen King